S. G. BATTISTA CHURCH

 1

La chiesa di San Giovanni Battista è nota come la chiesa sull’autostrada ed è prossima all’uscita del casello per Firenze. Il progetto fu assegnato, nel settembre del 1960, all’architetto Giovanni Michelucci, figura spesso criticata dai colleghi per il suo anticonformismo e la sua totale estraneità ai precetti architettonici dell’epoca. Il progetto per questa fabbrica ecclesiastica venne esaltato da alcuni, per le qualità plastiche espresse, e criticato da altri che addebitavano all’edificio una scarsa unità volumetrica.

2

Si presenta esternamente con un impianto assai massiccio e con una forma che riporta alla mente figure simboliche quali l’arca, la montagna e l’albero. Nonostante l’evidente legame con il cristianesimo si voleva questa diventasse la casa delle religioni, un polo d’incontro multiculturale. Come sottolineava l’architetto “per me non ha avuto alcuni interesse l’idea di perfezione stilistica”, lui rincorreva la poetica.

3

Tali propositi si manifestarono sia nella scelta dei materiali che nell’articolazione degli spazi interni. I basamenti in rame, le murature in pietra e le travi di sostegno in calcestruzzo armato esaltano la filosofia costruttiva di Michelucci. Gli interni sono articolati da una fitta schiera di pilastri in cemento a faccia vista che si rastremano verso una copertura apparentemente molto leggera. La luce riesce a regalare atmosfere sempre diverse.